vai alla certificazione 9001    vai alla certificazione 14001    vai alla nostra pagina facebook

inevidenza.jpg01gruppo.jpg04numeri.jpg bott_rapporto annuale.png tasso2014s.jpg05offerta.jpg

 

 


Il clamore della TARI e i possibili risvolti per le imprese

 

La tassazione sui rifiuti è da anni oggetto di continui avvicendamenti, continuando a far discutere e generando situazioni caotiche. In queste ultime settimane è scoppiato il caso della TARI che ha occupato un ampio spazio a livello di comunicazione su giornali, TV, social, web, anche perché in prima istanza va ad interessare le abitazioni e quindi riguarda una platea molto ampia.

Questa tassa applica il modello normalizzato che prevede una quota fissa e una quota variabile: la prima è calcolata in base alla superficie dell'abitazione, la seconda invece dipende dal numero degli occupanti. La determinazione delle quote fisse e variabili dipende in generale dai costi complessivi del servizio rifiuti ed è differenziata in base alle tipologie di utenze, domestiche e non domestiche.
Il problema, che a livello nazionale pare si sia riscontrato addirittura in un capoluogo di provincia su tre, riguarda la quota variabile, la cui applicazione, per diverse motivazioni, non risulta corretta. Tale quota, ad esempio, dovrebbe essere ovviamente pagata una sola volta per ogni abitazione. In diversi Comuni, invece, se ci sono pertinenze, come cantine o garage, tale valore viene ripetuto per ogni annesso. Il risultato è una moltiplicazione della quota variabile in funzione delle pertinenze, come se la capacità di produrre rifiuti di una famiglia dipendesse dal numero di box presenti. Il meccanismo di calcolo utilizzato, in certe situazioni, porta a bollette anche del 70% superiori a quelle corrette.

Questo porterà alla richiesta di rimborsi e ci sono buone probabilità che la copertura di queste cifre vada a ricadere sugli altri contribuenti sotto formi di futuri conguagli, aggiungendo al danno la beffa.
Ma un altro aspetto che sta emergendo sempre con maggior vigore è sul lato delle imprese. Gli impianti delle aziende e i negozi degli artigiani smaltiscono i propri rifiuti come "speciali", pagando servizi specifici. Nella Tari rientrano i rifiuti che i Comuni assimilano agli urbani, ma il confine tra gli uni e gli altri spesso non è chiaro e comunque assai variabile a seconda dei Comuni e spesso gli amministratori sono accusati di far pagare la tassa due volte. Secondo quanto riportato dal Sole24Ore il ministro dell'Ambiente Gianluca Galletti avrebbe in buono stato di avanzamento il decreto per provare a sistemare queste faccende "vietando di applicare la Tari ai rifiuti nati nelle aree di produzione e nei magazzini delle aziende". Il provvedimento bloccherebbe la Tari sui magazzini e sulle attività commerciali medio-grandi. Ma visto si tratta di argomenti piuttosto delicati e intricati, la vicinanza delle elezioni pare non aiuterà nella facile risoluzione di tale percorso.

Il Consorzio Esa Gestione Raee, comunque, da tempo ha preso coscienza del problema e offre servizi di consulenza specifica per le imprese, attraverso le società del gruppo Reakiro. Le aziende, infatti, normalmente sono impegnate nel loro core business e spesso non sono a conoscenza o non hanno il tempo di occuparsi di queste problematiche, in vari casi peraltro complesse per la normativa sempre in evoluzione.

I servizi principali che allora vengono prestati a loro vantaggio sono i seguenti:

Verifica della corretta applicazione delle tariffe comunali in materia di rifiuti e servizi:
-Sopralluogo per accertamento metrature e destinazione d'uso locali;
-Incontro presso gli uffici competenti degli Enti Locali per questioni inerenti alla tassazione;
-Presentazione istanza di riesame/sgravio fiscale o conferma della correttezza della posizione contributiva;
-Redazione di istanze di vario genere (riesame in via di autotutela, occupazione/variazione/cancellazione somme iscritte a ruolo, ecc.).
Richiesta annuale delle riduzioni tariffarie, previste da tutti i regolamenti comunali, per le quantità di rifiuti speciali (imballaggi misti, plastica, carta e cartone) avviati a riciclo direttamente o tramite terzi.
Assistenza continuativa per la tassazione applicabile e applicata:
-Verifica aggiornamenti dei regolamenti e delle tariffe comunali;
-Controllo conformità avvisi di pagamento;
-Supporto alle aziende contribuenti per eventuali accertamenti comunali e contestazioni.

Per contatti:
http://www.reakiro.eu/public/index.php?option=com_content&view=article&id=65&Itemid=137

 

 

INDICE ARTICOLI NEWSLETTER

 

news 

Prev Next

09/10/2018 - I RAEE come “miniere urbane” per l’economia circolare

    Si è tenuto sabato scorso a Capannori presso il Polo Tecnologico di Segromigno in monte l'Workshop nazionale "Prodotti elettrici ed elettronici (AEE-RAEE), vere e proprie 'miniere urbane' per un'economia circolare...

Read more

16/07/2018 - Grande affluenza all’ALL STAR GAME di Firenze

    Si è conclusa ieri la manifestazione sportiva di pallavolo e pallacanestro che ha visto la partecipazione di centinaia di atleti e migliaia di visitatori, nello splendido contesto del Piazzale Michelangelo...

Read more

13/07/2018 - Ciclo seminari sulle nuove AEE - 26 luglio: quarto incontro presso Confindustria di Ancona e Pesaro Urbino

    Continua il ciclo di seminari sull'Open Scope rivolti ai produttori e agli importatori delle "nuove apparecchiature elettriche ed elettroniche" che entreranno nel campo di applicazione del Decreto RAEE 49/2014 a...

Read more

02/07/2018 - ESAGERAEE sponsor di ALL STAR GAME!

    Il Consorzio Esa Gestione RAEE è sponsor ufficiale di ALL STAR GAME FIRENZE 2K18, manifestazione di Basket & Volley che dal lunedì 9 a domenica 15 Luglio "invaderà" la splendida...

Read more

22/05/2018 - Pubblicato il sesto Rapporto Annuale di Esa Gestione Raee

    La pubblicazione del Rapporto annuale del Consorzio relativo all’anno 2017 conferma i numeri degli anni precedenti ed un positivo trend di raccolta e di efficienza. Con i 698 punti di...

Read more

07/05/2018 - 23 maggio - Secondo seminario sul tema “Open Scope” presso la Camera di Commercio di Milano-Monza Brianza-Lodi

    E' programmato per il 23 maggio prossimo il secondo seminario gratuito organizzato da Esa Gestione Raee in collaborazione con la Camera di Commercio di Milano, Monza-Brianza e Lodi sul tema...

Read more

24/04/2018 - Il Consorzio conferma nel 2017 tassi di raccolta in anticipo sui tempi

    L'analisi del lavoro e dei risultati operativi conseguiti nel 2017 porta alla luce alcune conferme importanti, tra cui l'elevato valore del tasso di raccolta, ovvero il rapporto tra raccolto e...

Read more

07/02/2018 - Incontri informativi presso le Camere di Commercio

       INCONTRI INFORMATIVI GRATUITI RIVOLTI ALLE IMPRESE SUL TEMA DELL'OPEN SCOPE – IN COLLABORAZIONE CON LE CAMERE DI COMMERCIO Esa Gestione Raee, in collaborazione con le Camere di Commercio, è lieta di...

Read more

26/01/2018 - I ragazzi delle scuole alla scoperta dei RAEE

    Una ventina di alunni della scuola Maltoni di Pontassieve (FI) hanno fatto da apripista in questi giorni alle attività dei Laboratori didattici, alla scoperta del mondo dei RAEE. I Laboratori,...

Read more

newsletter 

Nome
Email:

 

               logo piccolo    
        
ESA Gestione rAEE s.c.a.r.l.
Sede Legale e Operativa: 
Via di Compiobbi 2C
Loc.Vallina 50012
Bagno a Ripoli (FI)
www.esageraee.com
Contatti: 
Tel: +39 055  69.66.07
Fax: +39 055  01.29.116
P.Iva: 06145900483
   
Reakiro s.r.l.
Sede Legale e Operativa: 
Via di Compiobbi 2C Loc.Vallina 50012
Bagno a Ripoli (FI)
Contatti: 
Tel: +39 055  69.66.10
Fax: +39 055  01.29.116
Mail: info@reakiro.eu 
P.Iva: 06174880481
   
RAEEvolution s.r.l.
Sede Legale e Operativa: 
Via di Compiobbi 2C 
Loc.Vallina 50012
Bagno a Ripoli (FI)
Contatti: 
Tel: +39 055  69.66.10
Fax: +39 055  01.29.116
Mail: info@reakiro.eu 
P.Iva: 06174880481

Dove siamo

 

JavaScript deve essere attivo per utilizzare Google Maps.
Sembra infatti che JavaScript sia disabilitato o non supportato dal tuo browser.
Per visualizzare le Google Maps, attiva JavaScript modificando le opzioni del tuo browser e poi riprova.